Cessione al locatore del credito d'imposta sul canone

QUALE CREDITO?


Le locazioni e gli affitti d'azienda commerciali 2020 consentono, una volta pagato il canone e a determinate condizioni, un credito d'imposta in percentuale del canone mensile.

Il credito vale solo per alcune mensilità e a condizioni diverse.

QUALI CONTRATTI?


Il credito d'imposta si calcola sui canoni corrisposti per: a) contratto di locazione immobiliare ad uso non abitativo (stipulato ai sensi degli articoli 1571, e ss. cod.civ. e della 392/1978); b) contratto di leasing immobiliare operativo (cfr. circolare n. 14/E/2020); c) contratto di affitto d’azienda; d) contratto di servizi a prestazioni complesse (es. coworking).

DUE PERIODI DIVERSI


1) per i mesi di MARZO-APRILE-MAGGIO-GIUGNO 2020

si applica a tutti i contratti sopra indicati, da qualunque soggetto imprenditore o professionista, nonché ente non commerciale

purché con fatturato non superiore a 5 milioni nel 2019

il volume di attività non va tenuto in considerazione per le sole attività turistico-alberghiere

1.bis) per le sole attività turistico-alberghiere il credito di applica anche per il mese di LUGLIO 2020

2) per i mesi di OTTOBRE-NOVEMBRE-DICEMBRE 2020

si applica a tutti i contratti sopra indicati, solo per i soggetti indicati negli allegati dei DL Ristori e DL Ristori-bis (vedasi altra comunicazione)

senza alcun riguardo al volume d'affari 2019

CONDIZIONI DI BASE COMUNI


1) Il credito d'imposta vale solo per mesi nei quali il fatturato mensile/corrispettivi del mese siano calati di oltre il 50% fra 2019 e 2020

2) può essere calcolato solo dopo l'avvenuto pagamento (utilizzo diretto)

3) oppure ceduto al locatore in pagamento parziale del canone (cessione del credito)

DEFINIZIONE DI FATTURATO MENSILE


Il fatturato da considerare è quello che entra nelle liquidazioni periodiche IVA

MISURA DEL CREDITO D'IMPOSTA


Il credito è differenziato per tipologia contrattuale:

· 60% del canone dovuto in base al contratto di locazione o di leasing; · 30% del canone dovuto in base al contratto di affitto d’azienda o di servizi a prestazioni complesse; · 50% del canone dovuto in base al contratto di affitto d’azienda stipulato dalle strutture turistico ricettive.


COSA FARE SE IL CANONE E' STATO RINEGOZIATO?


Il credito d'imposta si applica sul canone rinegoziato.

COME UTILIZZARE O CEDERE IL CREDITO D'IMPOSTA

  • Utilizzo diretto del conduttore/affittuario Il credito d'imposta si può utilizzare in compensazione con il modello F24 (codice tributo 6920 anno 2020) oppure in dichiarazione dei redditi per l'anno d'imposta 2020

  • Cessione del credito al locatore Il credito d'imposta si può cedere in pagamento del canone, calcolandolo sul canone dovuto. Per la cessione si deve utilizzare una procedura online che si trova in Fisconline/Entratel del conduttore: > Servizi per > Comunicare > Comunicazione cessione crediti d'imposta locazioni La cessione è valida solo dopo la conferma d'accettazione da parte del locatore nel proprio Fisconline/Entratel: > Servizi per > Comunicare > Piattaforma cessione crediti

  • Utilizzo del credito da parte del locatore cessionario Il locatore che ha accettato la cessione del credito d'imposta può utilizzarlo in compensazione nei modelli F24 oppure in dichiarazione annuale dei redditi. Questa compensazione non ha limiti d'importo.

ELENCHI ATTIVITA
.docx
Download DOCX • 24KB



15 visualizzazioni0 commenti